loader

Cantare in Jazz

Cantare in Jazz

villa_bertelli
  • 08/03/2015
  • Villa Bertelli
    Via Giuseppe Mazzini 200| 55042 Forte dei Marmi

Anche se le ferite al parco di Villa Bertelli sono ancora evidenti domani pomeriggio dalle 16:30 alle 19:30 le mostre saranno comunque visitabili. Domenica 8 marzo il concerto si svolgerà regolarmente. La villa è raggiungibile anche con l’auto. I servizi della Biblioteca Comunale e dell’Informagiovani riprenderanno la loro normale attività lunedì 9 marzo.

MICHELA LOMBARDI, toscana, ha alle spalle studi e seminari con Norma Winstone, Michèle Hendricks, Barry Harris, Sheila Jordan, John Taylor, Kenny Wheeler, Jay Clayton, Giacomo Gates (vocalese), Tiziana Ghiglioni e Shawnn Monteiro (per la quale è assistente ai seminari We Love Jazz), ed un variegato retroterra di esperienze musicali (sia come interprete che come lyricist in inglese) tra Italia e Stati Uniti (un suo singolo pop fu al #12 delle Billboard Charts U.S.A. nel 2001). Ospiti del su primo disco pop-jazzy, pubblicato col nome di Malina (Malina, Gently Hard, Cis Records 1999), sono Stefano Bollani e Stefano “Cocco” Cantini. Il brano Teardrops, estratto dal disco, è nella colonna sonora del cortometraggio Sotto Le Foglie, di S. Chiodini, con Valerio Mastrandrea e Cecilia Dazzi, vincitore del Globo D’Oro 2006. Assieme al suo primo jazz quintet, nel quale spicca il giovane pianista pisano Piero Frassi, già in tournée al fianco di Tullio De Piscopo, Linda Wesley e Karima Ammar, noto per la versatile fluidità e la brillante inventiva, nel 2003 Michela Lombardi ha inciso un cd uscito nel 2004 per l’etichetta Philology di Paolo Piangiarelli, dal titolo Small Day Tomorrow, accolto entusiasticamente dalla critica, dedicato al raffinato repertorio di Irene Kral, scomparsa alla fine degli anni ’70. Nei sondaggi Top Jazz 2004 e 2006 (indetti dalla rivista Musica Jazz) è stata menzionata tra i Migliori Nuovi Talenti (nel 2006 col voto più alto dell’esperto di vocalità jazz Luciano Federighi). Nel 2005 è stata invitata ad esibirsi col suo quintetto nel tempio parigino del jazz, il Duc des Lombards. Nell’ottobre 2006 è semifinalista al Brussels Young Jazz Singers Competition, al Music Village di Bruxelles, con David Linx e Sheila Jordan in giuria, accompagnata dal trio composto da Sabin Todorov, Sal La Rocca e Lionel Beuvens. Ha ottenuto la “Menzione Speciale” al più prestigioso concorso per il jazz vocale in Francia, il Crest Jazz Vocal Concours (agosto 2007). È assistente di Renato Sellani al workshop per Cantanti & Pianisti a Bertinoro (Forlì). Nel marzo 2008 è uscito il disco So April Hearted, comprendente inediti e alcuni standards (jazz, come Sweet Dulcinea di Kenny Wheeler e I Could Write A Book Rodgers & Hart ma anche pop, come Don’t Let Me Be Lonely Tonight di James Taylor e Wives And Lovers Burt Bacharach) realizzato con Piero Frassi al pianoforte e Nino Pellegrini al contrabbasso insieme a Piero Borri alla batteria, Nico Gori (membro stabile del nuovo quintetto di Stefano Bollani nonché della Vienna Art Orchestra) al clarinetto e sax, e Marco Tamburini alla tromba. è proprio con questo quintetto a suo nome insieme a Nico Gori che Michela ha partecipato a rassegne e concerti importanti (al già citato Duc des Lombards nonché ai festival Vivere Jazz Festival, diretto da Stefano Bollani, a Jazz On Napoli, a Lucca Jazz Donna 2005 e 2007, Dean Benedetti 2006, Barga Jazz, Metastasio Jazz Festival e Valenza Jazz. Michela Lombardi è laureata con lode in Filosofia a Pisa, ha un Master in Comunicazione Teatrale, insegna Canto Jazz e Songwriting presso “Il Pentagramma” (Pisa) e studia Arrangiamento e Composizione Jazz sotto la guida di Riccardo Fassi al Conservatorio “L. Cherubini” di Firenze. A fine febbraio 2008 è entrata di nuovo in sala d’incisione per realizzare, accompagnata dal trio del grande pianista Renato Sellani (con Massimo Moriconi al contrabbasso e Stefano Bagnoli alla batteria, e con ospite il giovane crooner Matteo Brancaleoni), due dischi “gemelli” in ulteriore tributo al repertorio chetbakeriano. Ha suonato, tra gli altri, con: Renato Sellani, Massimo Moriconi, Stefano Bagnoli, Giovanni Ceccarelli, Carlo Battisti, Stefano Nunzi, Massimo Faraò, Andrea Tofanelli, Achille Succi, Rossano Emili, Dimitri Grechi Espinosa, Ettore Bonafé, Alessandro Fabbri, Alessandro Giachero, Francesco Ponticelli, Nicoletta Manzini, Franco Santarnecchi, Franco Nesti, Petra Magoni, Filippo Pedol, Giulio Stracciati, Silvia Bolognesi, Stefano Onorati, Roberto Bellatalla, Alessandro Minetto, Riccardo Arrighini, Paolo Benedettini, Walter Paoli, Guido Zorn, Kelvin Sholar…

 

PIERO FRASSI, nato a Lucca nel 1971, inizia a studiare pianoforte all’età di 8 anni. Nel 1992 consegue il diploma a pieni voti presso l’istituto musicale “L. Boccherini” di Lucca e nel 2000 si diploma in Jazz presso l’Istituto Musicale “P. Mascagni” di Livorno. Ha al suo attivo numerose partecipazioni a Festival Jazz nazionali e internazionali tra i quali: Anfiteatro Jazz di Lucca (ed. ’96 e ’98, accompagnando in quest’ultima edizione Tullio De Piscopo); Europe Jazz Contest (Bruxelles ’97) con il quintetto “Blue Bird Conversation”; Serravalle Jazz ed.’03 e ’04; Anfiteatro Jazz e Goldonetta Jazz di Livorno ed.’03, ‘05, ’07; Macerata Jazz ’04, Dean Benedetti Jazz Festival di Torre Del Lago ed. ’05 e ’06; Vivere jazz festival a Fiesole ‘06; Valenza Jazz ‘07; Jazz di Marca (Sant’Elpidio, Marche) ’08. Fa parte del quintetto della cantante Michela Lombardi, con la quale ha registrato i cd “Small Day Tomorrow” (Philology 2004), “So April Hearted” (Map 2008) con guest Nico Gori, menzionato tra i Migliori Dischi del 2008 sui sondaggi Top Jazz indetti dalla rivista Musica Jazz, e “Swingaholic” (Philology 2008) con guest Nico Gori e Marco Tamburini, candidato agli Italian Jazz Awards 2009 come Best Jazz Act. Con Michela Lombardi ha appena terminato di incidere due dischi dal titolo “The Phil Woods Songbook” vol.1 & vol.2 (il primo dei quali è uscito nel marzo 2010 per l’etichetta Philology, mentre il vol.2 uscirà nel 2011) insieme al grande sassofonista e compositore Phil Woods, che ha scritto tutti i brani e suona su ogni traccia. Nel settembre ’05 con lo stesso 5tet insieme a Nico Gori ha suonato nel jazz club ‘Duc Des Lombards’ di Parigi. Collabora stabilmente con la cantante Karima Ammar , col cui 4tet ha suonato a Veneto Jazz ’06 e ’07 aprendo il concerto di Kenny Garrett, Umbria jazz ’09 e al Summer Festival di Lucca – apertura concerto di John Legend a fianco di Karima Ammar, Michael Baker, Sonny Thompson. Sempre con Karima Ammar ha recentemente aperto i concerti italiani dei Simply Red, Burt Bacharach, Whitney Houston, Seal. Di recente pubblicazione i cd per l’etichetta Philology “Everything We Love” , ”Serenity” (con la patecipazione di Lee Konitz) , ‘Konitz play Konitz’ (Piero Frassi trio). Collabora tra gli altri con: Linda Wesley, Donna Leese Routh, Tony Esposito, Karl Potter, Tullio De Piscopo, James Thompson, Matteo Becucci, Titta Nesti, Sabina Manetti, Maria Cristina Pantaleone, Walter Paoli, Andrea Melani, Piero Borri, Franco Santarnecchi, Franco Nesti, Guido Zorn, Vittorio Alinari, Stefano ”Cocco” Cantini, Nico Gori, Roberto Martinelli, Paolo Benedettini, Filippo Pedol, Adrian Fioramonti, Stefano Nunzi, Paolo Benedettini, Vittorio Alinari, Pietro Tonolo, Lauro Rossi, Gabrio Baldacci, Mauro Avanzini, Lee Konitz.